Extreme Project Management: il lato umano del Project Management

Extreme Project Management: il lato umano del Project Management

 

XPM4Se certamente tutti hanno sentito parlare di Scrum e molti sono venuti a contatto almeno una volta con questa metodologia nella gestione di uno o più progetti, ci sarà invece più di una persona che si chiede cosa sia l’Extreme Project Management (XPM).
Siamo anche in questo caso nel campo dell’Agile Project Management (cioè del Project Management che fa propri i dodici principi del Manifesto Agile) e, di conseguenza, si tratta di una metodologia particolarmente adatta in contesti in cui le specifiche iniziali del prodotto/servizio da realizzare con il progetto sono poco chiare o ancora non del tutto note, così come risulta esserci ancora poca chiarezza su tempi/costi/fattibilità. Un caso classico è quello dei progetti di Ricerca e Sviluppo. Un terreno ideale per l’utilizzo dell’Extreme Project Management sono anche i progetti particolarmente complessi. Se si hanno molti più requisiti di quelli che è possibile realizzare, o se ci sono numerose scelte possibili riguardo a cosa realizzare, può essere necessario avere la capacità di cambiare idea nel bel mezzo del cammino progettuale. Proprio in queste situazioni l’XPM rivela la sua massima efficacia.
L’estrema flessibilità d questo metodo ha però per così dire un “costo”, che è quello del coinvolgimento totale e costante dello sponsor dall’inizio alla fine del progetto. Questa interazione costante e vitale del Project Manager con il business owner e con tutti gli altri stakeholder aggiunge un ulteriore compito a quelli usuali del Project Manager (e di conseguenza anche un particolare skill): la gestione delle persone o del cliente.
I valori fondamentali dell’XPM sono comunicazione, feedback, semplicità e coraggio, mentre i concetti chiave di questo metodo si possono riassumere sostanzialmente nelle seguenti undici semplici regole:
1. La gestione di persone e processi creativi richiede processi di gestione ugualmente creativi
2. Meno il project manager sa riguardo ai problemi tecnici e meglio è
3. Quello che accade una volta che il progetto è terminato è più importante di ciò che accade durante la sua esecuzione
4. Un piano di progetto sviluppato senza la piena partecipazione degli stakeholder non è altro che un esercizio di fantasia
5. Più tempo il project manager spende con gli stakeholder e meglio è
6. Se non si è stabilito all’inizio in cosa consiste il successo del progetto, non lo si otterrà mai alla fine
7. Mostrare il valore del progetto agli stakeholder è l’unica cosa che conta
8. Gli stakeholder del progetto possono essere i vostri migliori alleati o i vostri più acerrimi nemici – siete voi a deciderlo
9. Se non è possibile prevedere il futuro, non ha alcun senso pianificarlo nel dettaglio
10. Se il vostro progetto non ha subito cambiamenti dovete preoccuparvi molto
11. In determinati progetti, un giorno può essere un tempo veramente lungo

L’uso dell’Extreme Project Management consente di modificare il piano di progetto, il budget e il risultato finale per soddisfare le necessità di cambiamento, indipendentemente dallo stadio del progetto, tutto in funzione dell’allineamento con i bisogni del cliente e degli stakeholder. La figura dell’extreme project manager ha come compito fondamentale, oltre quelli “tradizionali”, la soddisfazione del cliente e degli stakeholder del progetto e deve porre una particolare attenzione alla massimizzazione del valore fornito al cliente e dei benefici che questo otterrà una volta terminato il progetto.
Anche noi di PME crediamo che lo stakeholder svolga un ruolo centrale in un’efficiente ma soprattutto efficace gestione del progetto, tanto che su questo elemento abbiamo sviluppato una nostra metodologia proprietaria (SCA® – Stakeholder Centric Approach).
Nel panorama delle metodologie di Project Management l’attenzione agli stakeholder è ormai divenuta una costante, anche se non nei termini “drastici” con cui la tematica è affrontata nell’XPM, dove forse il concetto di estremo – pur rappresentando una peculiarità che caratterizza fortemente la tecnica– rischia di diventarne anche il principale limite in termini di applicazione pratica.

Lo Staff di PME

PME fornisce servizi di consulenza orientati all’obiettivo e a costi realmente sostenibili a supporto dei progetti di cambiamento aziendale. Se desideri avere ulteriori informazioni scarica la nostra brochure oppure contattaci.

I contenuti del nostro blog, salvo esplicita diversa indicazione con citazione della fonte, sono tutti originali e provengono dal bagaglio di conoscenze, competenze ed esperienze del nostro gruppo di lavoro.

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*