SCRUM aumenta il ROI

 

SCRUM aumenta il Ritorno sull’Investimento

Una delle caratteristiche fondamentali dei progetti e l’incertezza dei risultati. È impossibile garantire il successo di un progetto, a prescindere dalla sua dimensione o complessità. Proprio in virtù di questa oggettiva incertezza, è particolarmente importante iniziare a consegnare risultati concreti il prima possibile. Questa consegna anticipata di risultati, e quindi di valore, offre l’opportunità di reinvestire e dimostra agli stakeholder la validità del progetto. Ciò che conta per Scrum è quindi:

  • Capire ciò che aggiunge realmente valore dal punto di vista dei clienti e degli utenti e quindi mettere in cima al Prioritized Product Backlog i requisiti di alto livello.
  • Diminuire l’incertezza e tenere costantemente sotto controllo i rischi che, ove si materializzino, possono determinare una diminuzione del valore. Inoltre lavorare a stretto contatto con gli Stakeholder del progetto mostrando loro gli incrementi di prodotto alla fine di ogni Sprint, rendendo così possibile una efficace gestione del cambiamento.
  • Creare i Deliverable sulla base delle priorità stabilite producendo durante ogni Sprint incrementi di prodotto ‘potenzialmente distribuibili’ in modo tale da permettere ai clienti di iniziare a realizzare valore fin dalle prime fasi del progetto.

Nella figura che segue sono esposte alcune delle differenze chiave fra il principio di Consegna bastata sul Valore proprio di Scrum e la concezione dei progetti tradizionali.

ROI

Nei progetti Scrum, le User Story sono classificate in ordine di priorità e questo rappresenta un metodo efficace per stabilire quali User Story si desidera sviluppare per ciascuna iterazione o rilascio del prodotto o servizio. Lo scopo è quello di creare una lista semplice e unica delle funzionalità collocate in ordine di priorità di sviluppo.

Questa semplice lista costituisce inoltre la base per l’incorporazione dei cambiamenti e dei rischi identificati, ove necessario. Ogni cambiamento o rischio identificato può infatti essere inserito nella lista in una posizione che tiene conto della sua priorità in relazione alle altre User Story presenti nella lista stessa. Di solito quindi i nuovi cambiamenti verranno inseriti nella lista a spese delle funzionalità alle quali è stata assegnata la priorità più bassa.

Infine vengono definite le Minimum Marketable Features (MMF), cioè le ‘Minime Caratteristiche Negoziabili’, il che consente di dar luogo il prima possibile al primo rilascio o iterazione e di incrementare sensibilmente il Ritorno sull’Investimento.

ScrumStudy - Registered Education provider SCRUMstudy ATP Logo VMEdu Logo -Authorised Training Partner


Project Management Europa S.r.l. è Authorized Training Partner di VMEdu e SCRUMstudy e Registered Education Provider di SCRUMstudy.
Scrumstudy, SFC, SDC, SMC, SPOC, SSMC, SSPOC, ESMC, SAMC, SBOK sono marchi registrati di VMedu Inc.